I servizi di computing riguardano: potenza di calcolo, CPU, RAM e, occasionalmente, anche storage. La potenza è comunemente rappresentata in unità chiamate “istanze”.
Nel cloud, un'istanza può essere sia una macchina virtuale, un server bare metal o un container. Essendo in un ambiente cloud nativo, un'istanza è solo un piccolo ‘mattone’ di un’infrastruttura scalabile e automatizzata; l'alta disponibilità e la resilienza sono fornite dalla logica dell'applicazione e non sono più richieste all’hypervisor sottostante o all’infrastruttura hardware.
In altre parole, se la tua istanza fallisce per qualche motivo, devi avere

un servizio, un'applicazione o uno script che rilevi questo errore e inneschi alcune azioni correttive dialogando con le API del cloud provider.
Se stai valutando di spostare la tua applicazione legacy sul cloud, devi prima prendere in considerazione che stai per affrontare lo “spostamento di responsabilità” dall'hypervisor al livello applicativo.

Perciò, essendo la singola istanza sacrificabile nell'economia della disponibilità del servizio, lo storage dentro l'istanza è definito "effimero". Persistenza e durata per i dati dell'utente sono fornite attraverso block storage esterni pluggabili, o tramite object storage.


FlavorsFlavor

Ad oggi, Enter Cloud Suite fornisce 3 classi di istanze o “flavor” hardware:

sata

E1.Standard
questo flavor originale fornisce da 1 a 8vCPU, da 512MB fino a 32GB di RAM, da 20GB fino a 1.2TB di storage ephemeral SATA per singola istanza. Questo Flavor è attivo solo per supporto legacy e sarà presto dismesso.

diskless

E2.Standard
il flavor E.2 è il flavor “senza disco” e non ha storage ehpemeral onboard. Lo storage è fornito tramite block storage esterno. Va da 1 a 16 vCPU, con capacità di RAM da 512MB fino a 100GB.

ssd

E3.Standard
Questo nuovo flavor fornisce una quantità fissa (25GB) di storage effimero basato su drive SSD, permettendo migliaia di operazioni I/O al secondo (IOPS) in più sul drive. Va da 1 a 24 vCPU, con capacità di RAM da 512MB a 128GB.


FlavorsImmagini

Le immagini sono template di software che possono essere usati per implementare istanze. Possono essere fornite sia dal team di Enter Cloud Suite o create dall'utente stesso come snapshot point-in-time di istanze esistenti.

Le snapshot sono uno strumento potente e veloce per memorizzare istanze pre-configurate e pronte per essere eseguite.
Inoltre, l'object storage sottostante il motore di imaging fornisce una replica 3x dell'immagine attraverso 3 region (Milano, Francoforte e Amsterdam), fornendo così capacità integrate di backup e disaster recovery.

Le immagini pubbliche includono i seguenti sistemi operativi e software:

Linux CirrOS Linux RedHat Linux CentOS Windows Server Linux Ubuntu Server Linux and LAMP Linux Debian Linux and Wordpress Linux Fedora Linux and Drupal Linux OpenSuSE Linux and Owncloud

SecuritySicurezza

Tutte le istanze sono accessibili solo tramite una chiave SSH pubblica/privata valida. È possibile accedere alle istanze Windows sia tramite console protetta da password o tramite uno scambio di chiave pubblica/privata.

Tutte le istanze possono essere protette da un firewall locale o da uno perimetrale: la configurazione point and click è molto semplice e user friendly, e permette di configurare policy generali, protocolli, porte e indirizzi IP consentiti.

L'Anti-DDoS (Distributed Denial of Service) BGP-based è attivo e protegge l'intera rete in ciascuna region da attacchi fino a centinaia di Gbps.

Vulnerability assesment e penetration test sono eseguiti regolarmente e le violazioni di sicurezza vengono identificate e corrette tempestivamente.

Enter Cloud Suite è certificato ISO27001:2013 dal 2014 ed è ora in fase di processo di certificazione sia per l'ISO27017:2014 (cloud service provider standard) che per PCI-DSS (Payment Card Industry Data Security Standard) – al 31 gennaio 2017.